Airc Le Arance
della
Salute®
Arance della Salute

Alimentazione

LE REGOLE PER UN’ALIMENTAZIONE SANA ED EQUILIBRATA

L’UNIONE FA LA FORZA

Mai come nel caso degli alimenti “l’unione fa la forza”. Non esistono cibi miracolosi capaci da soli di aiutare a bruciare i grassi accumulati nell’organismo, ridurre il colesterolo o contrastare il cancro, ma ogni prodotto ha le sue caratteristiche nutrizionali specifiche: imparando a conoscerle possiamo soddisfare il palato e proteggere la salute.

I CEREALI REGNANO SULLA TAVOLA

In un’alimentazione varia ed equilibrata, circa il 50 per cento delle calorie giornaliere dovrebbe derivare dai carboidrati e quindi principalmente dai cereali. Di questi, almeno la metà dovrebbero essere integrali, perché le fibre che questi alimenti contengono riducono il rischio di ammalarsi di cancro del colon-retto (la seconda neoplasia più frequente), saziano e aiutano a tenere sotto controllo calorie e peso. Provate a introdurre tre volte a settimana la pasta integrale condita con un sugo a base di verdure, e riscoprite i cereali come orzo, farro e avena nella versione in chicco.

FRUTTA E VERDURA, LE PIÙ VERSATILI

Crude, al forno, al vapore, in insalata, come ripieno, nei dolci, a colazione, a merenda, a pranzo e a cena. Avete mai fatto caso a quanto siano versatili frutta e verdura? Per esempio pomodorini, carote e finocchi possono diventare un ottimo snack, mentre un’arancia o una pera tagliate a piccoli pezzi possono rendere più gustosa un’insalata. L’importante è arrivare almeno alle cinque porzioni al giorno (ma se sono di più è meglio!), tre di verdura e due di frutta. Portatene in tavola di colori diversi affidandovi a quelle di stagione: oltre alle fibre, contengono nutrienti importanti per il nostro organismo, come sali minerali, vitamine e molecole bioattive (note anche come antiossidanti) tra cui il licopene, la luteina e le antocianine, che aiutano a mantenersi in salute.

DI ORIGINE VEGETALE O ANIMALE, SONO SEMPRE PROTEINE

Meglio le fonti di proteine vegetali o animali? L’importante è variare, perché hanno caratteristiche diverse, indispensabili a mantenerci in salute. È importante portare più spesso i legumi in tavola, minimo tre volte a settimana, alternandoli alle altre fonti proteiche, ovvero formaggi, uova, pesce e carne bianca. Non occorre evitare del tutto carne rossa, salsicce e salumi, ma è bene consumarli con moderazione, non tutti i giorni, perché un apporto eccessivo di questi alimenti aumenta la probabilità di sviluppare un tumore: è consigliato mangiarne al massimo tre porzioni a settimana, che corrispondono in totale a circa 350-500 grammi.

OCCHIO AD ALCOL, GRASSI, ZUCCHERI E QUANTITÀ

In Italia un adulto su due è in sovrappeso o obeso. Non servono altri dati a spiegare che mangiamo troppo! Il consiglio? “Meno è meglio”, con un’attenzione particolare a contenere l’apporto di grassi (tra cui dobbiamo privilegiare l’olio d’oliva), zucchero (specie quello “nascosto” in bevande e dolci) e alcol, che oltre a essere molto calorico è anche un fattore di rischio importante per lo sviluppo dei tumori e dovrebbe dunque essere limitato il più possibile. In definitiva, non ci sono alimenti buoni e altri cattivi: tutto dipende da dosi, varietà e attenzione.

L’INFORMAZIONE È IL PRIMO PASSO
PER COMBATTERE IL CANCRO

Resta aggiornato sui progressi della ricerca,
sulle iniziative e tutte le novità AIRC

Iscriviti alla Newsletter